HD System: il restauro conservativo per la Chiesa di Santa Maria degli Ottimati di Reggio Calabria

Proseguono i lavori per il restauro dei fronti e della cupola della Chiesa di Santa Maria degli Ottimati a Reggio Calabria. Attori principali del progetto i prodotti di HD System, materiali dedicati al recupero architettonico, che garantiscono il successo e la durata nel tempo di qualsiasi intervento di ristrutturazione.

 Per la Chiesa di Santa Maria Annunziata della Confraternita degli Ottimati di Reggio Calabria, i lavori di restauro continuano. Compatibilmente con le risorse finanziarie, il MiBACT – Ministero per i Beni e le Attività Culturali per il Turismo, dal 2016 ha avviato un programma di restauro intrapreso dai funzionari SABAP arch. Giuseppina Vitetta e arch. Michelangela Vescio, che ha interessato la calotta esterna della cupola, il tamburo, il fronte posteriore in corrispondenza delle absidi e il prospetto sulla via Castello. È qui che entra in gioco HD System, il brand di Gruppo Miniera San Romedio, specializzato nello studio di materiali dedicati al restauro di pregio e al recupero architettonico, che ha consentito di ottenere un quadro dettagliato dello stato dell’edificio, di risolvere puntualmente i problemi e ridare l’antico splendore agli intonaci originali.

La chiesa presentava differenti manifestazioni di degrado e dissesto: lesioni nella calotta esterna della cupola, vaste aree di intonaco con alterazione cromatica, rigonfiamenti in corrispondenza degli spigoli dei corpi edilizi con perdita di materiale e messa a nudo dei ferri di armatura. La definizione degli interventi è stata preceduta da un’accurata indagine diagnostica dello stato dell’edificio attraverso il servizio di supporto alla progettazione “Officium”, gestito internamente dal dipartimento di Ricerca e Sviluppo di HD System, grazie alla strumentazione di laboratorio avanzata di cui dispone. In particolare, il protocollo utilizzato Officium Arte ha consentito la caratterizzazione degli intonaci e la rivelazione delle finiture originarie, costituite prevalentemente da malte ad alto contenuto di calcite.

Le formulazioni dei materiali utilizzati per il restauro sono state eseguite presso il Laboratorio R&S di HD System a seguito del prelievo in sito di campioni di malta originaria e lo studio della composizione fisica, chimica e meccanica del materiale. Inoltre, le indagini qualitative sono state contestualizzate con un approfondito studio dell’ambito storico e tecnologico oggetto dell’intervento. In questo modo è stato possibile affrontare le problematiche legate alle alterazioni di rivestimenti e facciate esterne, individuando i materiali per l’intervento di recupero, affini e compatibili con l’opera. Le caratteristiche uniche della calce idraulica naturale NHL5 di HD System, unite con l’applicazione del servizio Officium, hanno restituito un materiale dalle caratteristiche affini e compatibili a quelle della malta storica originaria, per qualità cromatiche, chimiche, granulometriche e mineralogiche, in grado di garantire un’elevata durabilità nel tempo.

Il restauro conservativo ha consentito il ripristino strutturale dei settori della calotta della cupola, del tamburo, delle invetriate e degli intonaci dei fronti posteriore absidato e laterale. Gli interventi eseguiti hanno riguardato la pulitura selettiva e rimozione degli inquinanti presenti e la ricostruzione degli elementi in calcestruzzo degradato. Successivamente si è proceduto al ripristino della continuità superficiale del manto di copertura e preliminare protezione, mediante applicazione di YDROCALX e DOMUS PAN, impermeabilizzante e rasante di calce idraulica naturale NHL5, in grado di garantire la totale inerzia chimica sul supporto e la totale protezione dall’acqua. Gli intonaci originali sono stati ricostruiti con malte realizzate a progetto, specificatamente studiate per soddisfare le esigenze dell’intervento di restauro, e rasanti di calce idraulica naturale NHL5, con la posa in opera del seguente ciclo: TD13 PA, TD13 HISTORY, TD13 P1.

La zoccolatura delle facciate esterne è stata trattata al fine di eliminare gli apporti secondari di acqua alla parete e garantire allo stesso tempo un’elevata traspirabilità al supporto e resistenza ai sali, utilizzando il seguente ciclo deumidificante totalmente di calce idraulica naturale NHL5: TD13 DRY RIN, TD13 S e TD13 P1. Successivamente sono state eseguite operazioni di scialbatura finale dell’intero fronte dell’edificio e della cupola interna, con finiture ai silicati, con l’obiettivo di uniformare i toni cromatici a seguito dei ripristini eseguiti sulle porzioni degradate.

Tutti i materiali utilizzati garantiscono un basso contenuto di calce libera, la totale assenza di reazione ai sali e la massima compatibilità chimico-fisica con il supporto, così da garantire un’elevata durata nel tempo. Oltre a offrire una gamma completa di prodotti per l’edilizia di pregio, HD System punta quindi su un metodo di lavoro qualificato, frutto dell’esperienza pluridecennale nei più importanti cantieri di restauro e di procedure e tecniche consolidate che tutelano il lavoro dei professionisti coinvolti nella complessa valorizzazione degli edifici storici.

 

About
Il Gruppo Miniera San Romedio nasce per preservare l’importante know-how dell’azienda Tassullo nella produzione e nella selezione di materiali per l’edilizia e per rilanciare sul mercato l’attività con una verticalizzazione di alcune competenze specifiche nel comfort abitativo con la divisione Puro Comfort, e nel restauro e recupero dell’edilizia di pregio con la divisione HD System.

La società che ha sede a Villa d’Aunania (TN), è partecipata da imprese del territorio. Il volume d’affari dello scorso esercizio ha raggiunto i 6 milioni di euro e per il 2020 è stato approvato un piano industriale di sviluppo in Italia e all’Estero da oltre 4 milioni di euro.

 

www.minierasanromedio.it

Condividi