Lenticchia Pedina, quattro buoni motivi per sceglierla tutto l’anno

Torna la lenticchia etica di Pedon. L’azienda vicentina ha deciso di rinnovare la partnership con Banco Alimentare, ampliandola: nel corso della collaborazione, che durerà un anno, donerà più di 56.000 porzioni di legumi e cereali e fornirà un contributo per coprire i costi di recupero e distribuzione di alimenti pari a 100.000 pasti destinati alle famiglie italiane in difficoltà

 La lenticchia Pedina di Pedon si conferma ambasciatrice di solidarietà: è da oltre 20 anni che, scegliendola, si contribuisce a supportare una causa solidale e a fare del bene. Questa volta acquistandola si avrà l’occasione di stare al fianco di Banco Alimentare per un anno intero e di riscoprire la versatilità di un prodotto ideale per l’alimentazione quotidiana di tutta la famiglia, in tutte le stagioni.

La lenticchia Pedina si rivela un’ottima scelta per almeno quattro ragioni.

 

1. È ETICA
Dopo il successo dello scorso anno, Pedon ha deciso di rinnovare la partnership con Banco Alimentare, nota fondazione italiana che promuove il recupero delle eccedenze alimentari e la redistribuzione alle strutture caritative. Portavoce di questa collaborazione è la lenticchia Pedina, diventata simbolo della vocazione sociale ed etica del Gruppo. Considerato il delicato momento storico del Paese, Pedon ha voluto ampliare il proprio impegno in termini di durata: la collaborazione con Banco Alimentare, infatti, durerà un anno, fino al 31 agosto 2021. E anche in termini di sostegno elargito: con la nuova campagna di solidarietà donerà complessivamente più di 56.000 porzioni di legumi e cereali a marchio Pedon e fornirà un contributo economico per la ridistribuzione di altri alimenti, consentendo di dispensare 100.000 pasti in tutto il territorio nazionale.

2. È NUTRIENTE E PRATICA
Concentrato naturale di fibre, ricca di proteine, fosforo, ferro e vitamina B1, fonte di vitamina B5, Pedina è bilanciata dal punto di vista nutrizionale. Oltre che salutare, è pratica da cucinare. Varietà scelta con una tenuta in cottura straordinaria e senza necessità di ammollo, può essere usata in tutti i momenti dell’anno.

3. È VERSATILE
Dotata di grande versatilità, si presta a differenti usi e preparazioni: è perfetta come contorno e condimento per insalate e primi piatti, ma anche per preparare moltissime altre ricette. Sul suo sito, Pedon (www.pedon.it/ricette/) suggerisce tante ricette sfiziose che vedono le lenticchie come protagoniste.

4. FA BENE ALL’AMBIENTE
L’impegno di Pedon è anche a favore dell’ambiente. Il pack di Pedina, infatti, è nato da un legume: è realizzato in Carta Crush Fagiolo, ottenuta dagli scarti vegetali della lavorazione dei legumi. La carta, inoltre, è stampata con inchiostri ecologici e certificata FSC, marchio che garantisce la provenienza da una filiera gestita in modo responsabile. Con la finestra trasparente in PLA, ottenuta dalla lavorazione del mais e quindi compostabile, la confezione di Pedina è riciclabile al 100%.

Lenticchia Pedina, con il pack dedicato all’iniziativa di Banco Alimentare, è proposta in confezione da 400 grammi.
Prezzo consigliato: a partire da euro 2,09

 

facebook.com/pedon.italia
https://www.instagram.com/pedon.italia/
https://www.linkedin.com/company/pedongroup
https://www.pedon.it/

 

About Pedon
Pedon Spa è un’azienda italiana che dal 1984 è il punto di riferimento internazionale per la selezione, la lavorazione, il confezionamento e la distribuzione di cereali, legumi e semi. Con l’impegno di proporre un modello di alimentazione che coniughi benessere, gusto e rispetto per l’ambiente, Pedon oggi abbraccia l’innovazione e la tecnologia come cardini indispensabili per il proprio sviluppo, con l’obiettivo di contribuire ad un futuro sostenibile.
Pedon si articola in 2 unità di business: la divisione Retail, che commercializza il prodotto per le principali insegne della grande distribuzione italiana ed internazionale, e quella Industrial, denominata Acos, dedicata alla selezione e alla vendita della materia prima alle maggiori industrie conserviere. A queste si affianca un progetto speciale che attraverso il brand Green Station suggerisce un nuovo concept di ristorazione, tra genuinità e creatività, attraverso una proposta di piatti a base di cereali, legumi e semi.
Con sede principale in Italia, Pedon impiega 400 persone in 4 continenti ed esporta in oltre 30 Paesi. L’ultimo fatturato consolidato di gruppo è di 94 milioni di euro. Oltre 2000 le referenze attualmente in commercio.

 

Condividi