Ecobonus 110%: l’esempio del progetto Dhomo per costruire case sostenibili all’insegna del comfort abitativo

L’Ecobonus 110% è oggi un’opportunità per migliorare l’efficienza energetica degli edifici con vantaggi economici senza precedenti per i cittadini. Le abitazioni del futuro possono contare sui prodotti di PURO Comfort, studiati per migliorare il benessere abitativo secondo i principi del progetto di ricerca DHOMO.

 Se ne parla da mesi: lavori di riqualificazione energetica, praticamente a costo zero grazie all’Ecobonus. L’obiettivo è rendere le case più efficienti, ridurre i consumi e le emissioni di CO2 e al tempo stesso poter godere delle detrazioni fiscali del 110%. Le case del futuro dovranno essere sempre più ecologiche, sostenibili e in grado di limitare gli sprechi, come quelle in fase di costruzione a Segno (TN), grazie al progetto DHOMO, partner di Polo Edilizia 4.0il protocollo di intesa che riunisce 11 enti impegnati nel settore dell’edilizia trentina con l’obiettivo di farla diventare un centro di innovazione e sviluppo in tutte le fasi del ciclo di vita degli edifici e delle infrastrutture urbane. A collaborare a questa ricerca sono importanti aziende della filiera edile, sostenute dall’Università di Trento, tra i principali partner scientifici di riferimento in grado di coinvolgere varie figure professionali e ricercatori universitari e da Habitech, Consorzio che gestisce la certificazione ARCA e si occupa della ricerca sulla sostenibilità edilizia in Trentino.

Completamente all’avanguardia nel suo genere, questo studio innovativo ha in fase di sviluppo 6 reali abitazioni, realizzate attraverso diverse modalità costruttive, tra loro confrontabili, che saranno monitorate con particolari sonde lungo il corso di un intero anno. Un progetto ben spiegato anche all’interno della trasmissione Officina Italia di Rai 3:

“Anche grazie all’incentivo offerto dall’Ecobonus, il comfort abitativo sarà la nuova sfida per progettisti e costruttori, che dovranno dare vita a edifici piacevoli da abitare, progettati nel rispetto dell’ambiente e consumando pochissima energia. – spiega Roberto Covi, Amministratore Delegato di Gruppo Miniera San RomedioIl nostro avanzato sistema di monitoraggio permette di simulare la presenza di persone e di diverse tipologie di attività all’interno di un ambiente. In questo modo riusciamo fornire periodici dati a supporto dello sviluppo di un’edilizia sempre più sostenibile che richiede prestazioni elevate e, al contempo, rispettose dell’ambiente e degli individui.”

Tra i risultati del progetto DHOMO emerge PURO Comfort, brand del Gruppo Miniera San Romedio, che propone 12 prodotti privi di inquinanti, studiati per migliorare il benessere abitativo e la salubrità dell’aria respirata in casa. La gamma di PURO è costituita da malte, intonaci, massetti, rasanti, finiture, collante per cappotti e adesivo per piastrelle, tutte soluzioni che rispettano appieno gli studi emersi dal progetto di ricerca.

“Tutti i nostri prodotti PURO sono composti esclusivamente da dolomite e calce idraulica naturale della più alta classe di resistenza (NHL5) con Scaglia Rossa trentina, una marna perfettamente bilanciata, estratta secondo criteri di rispetto e rigenerazione ambientale. prosegue Roberto Covi – Materie prime di altissima qualità che portano alla produzione di materiali naturali a bassa emissione VOC – Composti Organici Volatili, esenti da radiazioni e radon, estratti e lavorati senza intaccare l’ambiente. “

Per supportare progettisti o imprese verso l’accesso all’Ecobonus, Gruppo Miniera San Romedio offre quindi soluzioni specialistiche, naturali e rigenerative che intendono migliorare la qualità della vita delle persone, favorendo il rispetto e la tutela del territorio.

 

About
Il Gruppo Miniera San Romedio nasce per preservare l’importante know-how dell’azienda Tassullo nella produzione e nella selezione di materiali per l’edilizia e per rilanciare sul mercato l’attività con una verticalizzazione di alcune competenze specifiche nel comfort abitativo con la divisione Puro Comfort, e nel restauro e recupero dell’edilizia di pregio con la divisione HD System.
La società che ha sede a Villa d’Aunania (TN), è partecipata da imprese del territorio. Il volume d’affari dello scorso esercizio ha raggiunto i 6 milioni di euro e per il 2020 è stato approvato un piano industriale di sviluppo in Italia e all’Estero da oltre 4 milioni di euro.

www.minierasanromedio.it

Condividi